venerdì, marzo 25, 2005

L'avanzata delle colture GM in America Latina

In America Latina è ormai in atto da tempo un'invasione di colture e campi geneticamente modificati. Dall'Argentina - ormai avviata a diventare una Repubblica della soia Roundup Ready - al Brasile di Lula con le sue ambiguità e le contaminazioni striscianti sostenute da latifondisti e agribusiness, fino al Paraguay - ufficialmente OGM-free, di fatto sottoposto a una penetrazione massiccia di sementi GM - e al Messico, la culla del mais minacciata dalle infiltrazioni del gigante nord-americano. Uno scenario inquietante, anche per la dipendenza economica e i danni ambientali che provoca, ma a cui si oppongono con forza le organizzazioni contadine e i movimenti sociali.

Un'approfondita analisi di Environment News Service, ripresa in italiano da Consortium-bio.